Informazioni +39 011 55 92 811 hydrodata@hydrodata.it

News

HYDRODATA RINNOVA LA CERTIFICAZIONE ISO 9001, SI CERTIFICA ISO 14001 E OHSAS 18001
Hydrodata è certificata secondo la standard ISO 9001 dal 1998. Dalla primavera 2016, con l’occasione della revisione 2015 della norma ISO 9001 e 14001, la società ha aggiornato la certificazione del proprio Sistema Qualità secondo l’ultima release normativa e ha certificato il Sistema di Gestione Ambientale già consolidato e applicato, al fine di assicurare ai propri clienti, partner e fornitori sempre più alte aspettative in termini di responsabilità sociale d’impresa e soddisfacimento delle esigenze di risparmio energetico e riduzione dei rifiuti e delle emissioni. Inoltre, nello stesso periodo, a conclusione di un percorso di formazione e implementazione di procedure apposite, Hydrodata ha ottenuto la certificazione del proprio Sistema di Gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori secondo la norma OHSAS 18001:2007 e dispone quindi ora di uno standard certificato che permette di garantire un solido controllo riguardo alla sicurezza e alla salute dei lavoratori. Investiamo quindi sul nostro staff, in modo che possa fruire di condizioni di lavoro più sicure e performanti.
Comune di Saluggia: Analisi idrodinamica e la valutazione del rischio idraulico
Su incarico del Comune di Saluggia e in collaborazione con Hy.M.Studio, Hydrodata ha sviluppato l’Analisi idrodinamica e la valutazione del rischio idraulico nel territorio comunale compreso tra il rilevato ferroviario TO-MI e il canale Cavour, con il duplice obiettivo di valutare il rischio riferito ad un tempo di ritorno di 200 anni finalizzato alla conferma, o alla modifica, delle classi di destinazione urbanistica delle aree in sinistra idrografica della Dora Baltea e di valutare il rischio riferito ad un tempo di ritorno di 1.000 anni nonchè le opere di difesa idraulica necessarie lungo il perimetro dell’area industriale Sorin-Avogadro, coincidente con la fascia B di progetto del PAI.
Lo studio è stato condotto mediante la messa a punto di un modello bidimensionale basato sul codice di calcolo MIKE 21 del DHI: il modello ha rappresentato la geometria dell’alveo e delle aree golenali della Dora Baltea, dal ponte della linea ferroviaria Torino-Milano al ponte Cavour, per una lunghezza di circa 2,8 km, utilizzando una griglia di calcolo a maglia 5 m derivante dal rilievo LIDAR del Ministero dell’Ambiente (2014), integrato con i rilievi topografico-batimetrici di dettaglio appositamente condotti.
Per la taratura del modello 2D si è fatto riferimento ai risultati dello “Studio di fattibilità della sistemazione idraulica del fiume Dora Baltea nel tratto da Aymavilles alla confluenza in Po”, condotto da Hydrodata nel 2002 per conto dell’Autorità di Bacino del fiume Po; come input idrologico sono stati utilizzati gli idrogrammi di piena di assegnato tempo di ritorno (20, 200, 500 e 1.000 anni) in ingresso nella Dora Baltea a Saluggia.
I risultati ottenuti, rappresentati in termini di mappe di distribuzione spaziale di altezze d’acqua e velocità, hanno consentito di valutare il rischio idraulico dell’area in esame, con riferimento alle differenti probabilità di occorrenza e ai vari scenari ipotizzati.
 

Le nostre competenze